Home » Guadagno » Posizionamento di Siti Web 10 Step per posizionarsi

Se il sito rappresenta una fonte importante di guadagno per un’azienda e ci si aspetta di ottenere opportunità di vendita o richieste commerciali tramite la piattaforma online, allora si ha bisogno di una strategia di posizionamento web, in questo è bene affidarsi ad agenzie specializzate in siti web e SEO. Il posizionamento web non consiste nell’ingannare i motori di ricerca, bensì riguarda l’importanza di comprendere in maniera adeguata il settore del mercato di riferimento, assicurandosi che i motori di ricerca siano in grado di indicizzare il sito. Senza un buon posizionamento nei motori di ricerca, le probabilità di ottenere un adeguato traffico sul sito sono scarse ed è necessario intraprendere alcune strategie utili per elevarne la visibilità. Come si deve procedere per ottenere questo obiettivo? Questi 10 semplici passi possono aiutare ad andare nella giusta direzione.

 

1. Pubblicità

 

La pubblicità sembra una cosa ovvia, ma non tutti sanno come operare in questo senso. Il cosiddetto ‘paid search’, i social media advertising oppure i display advertising (come i banner pubblicitari) sono tutti modi eccellenti per attirare visitatori, costruire un marchio e creare visibilità attorno al sito. Bisogna, però, indirizzare bene i propri investimenti economici in relazione agli obiettivi: si desidera solo ottenere più traffico oppure si vuole anche aumentare le vendite? Ogni canale a pagamento ha i suoi pro e contro, per cui è fondamentale riflettere attentamente circa gli scopi prefissi prima di destinare denaro al comparto pubblicitario. Se si spera che avere maggiore traffico sul sito si traduca anche in un aumento delle vendite, è necessario indicizzare le parole chiave con intenti commerciali come parte integrante della strategia.

 

2. Social Network

 

Non è sufficiente limitarsi a produrre grandi contenuti nella speranza che le persone li trovino: bisogna adottare una strategia proattiva. Uno dei modi migliori per aumentare il traffico su un sito web è quello di utilizzare i canali social media per promuoverne il contenuto. Twitter è ideale per brevi, scattanti (e allettanti) collegamenti, mentre Google+ può aiutare il sito a comparire nei risultati di ricerca personalizzati e sembra particolarmente efficace in nicchie di commercio interaziendale (B2B). Invece, per le società che vendono prodotti direttamente al consumatore (B2C), si può trovare un grande aiuto attraverso siti di social network basati sulle immagini come Pinterest o Instagram.

 

3. Creare un mix di contenuti

 

Non esiste una formula magica per il successo di contenuti di marketing, a dispetto di quello che alcuni vorrebbero far credere. Per questo motivo, è necessario variare la lunghezza e il formato dei contenuti per renderli il più attraente possibile a seconda dei diversi tipi di lettori. Vale la pena intervallare brevi messaggi, pubblicare post di notizie con contenuti di durata più estesa oppure video sul blog e sviluppare infografiche, se si vuole ottenere il massimo impatto sul pubblico.

 

4. Scrivere notizie e titoli irresistibli

 

Le notizie sono una delle parti più importanti di un sito web. Senza un titolo interessante, anche il post più completo del sito non verrà letto. Già a partire dal titolo è importante fare emergere la capacità di padroneggiare l’arte della scrittura . Ad esempio, coloro che scrivono su BuzzFeed buttano giù più di venti titoli diversi prima di stabilire definitivamente quale possa essere quello migliore da pubblicare per arrivare a colpire il target di riferimento.

 

5. Prestare attenzione al SEO On-Page

 

L’ottimizzazione del contenuto per i motori di ricerca è una pratica oramai nota, ma sempre valida e utile. Creare collegamenti interni a nuovi contenuti, mantenere il sito sempre aggiornato attraverso pubblicazioni quotidiane ed applicare le meta descrizioni potrebbero aiutare ad aumentare il traffico di visitatori.

 

6. Scegliere le parole-chiave

 

Le parole chiave inerenti gli intenti commerciali del sito rimangono coperte da altre keywords non pertinenti? Può essere necessario cominciare ad utilizzare anche le frasi-chiave, che rappresentano oggi la maggior parte delle ricerche web. Ad esempio, utilizzando Google Suggest, si può scoprire quali sono le frasi che le persone ricercano più frequentemente sui motori di ricerca, in modo da utilizzarle all’interno del proprio sito per creare un indirizzamento più mirato.

 

7. Invitare altri a seguire il Blog del sito

 

Il blogging è una strada a doppio senso. Oltre a pubblicare contenuti su altri siti, è importante invitare sulla propria piattaforma le persone che gestiscono blog inerenti la stessa nicchia. Normalmente i blogger sono propensi a condividere un link esterno, il che potrebbe portare nuovi lettori al proprio sito. Basta solo accertarsi di postare link a siti o blog di alta qualità, che pubblichino contenuti originali e senza spam.

 

8. Non trascurare l’Email Marketing

 

Molte aziende si concentrano talmente sulla capacità di attrarre nuovi clienti attraverso il marketing di contenuto da tralasciare i metodi più tradizionali. L’email marketing può essere uno strumento potente: basta solo stare attenti a non bombardare le persone con e-mail su ogni singolo aggiornamento. Un promemoria email di tipo amichevole circa un nuovo servizio o prodotto può, invece, aiutare a incrementare il traffico.

 

9. Assicurarsi che il sito sia accessibile

 

Oggi, sempre più persone utilizzano i dispositivi mobili per accedere al web, quindi è importante verificare che il sito web sia accessibile e visibile in maniera completa attarevrso una vasta gamma di dispositivi, dagli smartphone ai tablet.

 

10. Aumentare la velocità

 

Alle persone non piace perdere tempo nell’attesa e i lunghi caricamenti scoraggiano molto le visite ad alcuni siti. Se un sito, invece, carica le pagine velocemente e rende fluida la navigazione, la probabilità che si ottengano rimbalzi sarà nettamente superiore. Bisogna, dunque, assicurarsi che il sito sia tecnicamente ottimizzato a partire dalle dimensioni dei file immagine, migliorando la struttura della pagina e la funzionalità dei plugin di terze parti.