Home » Disoccupazione » Come richiedere la Dis Coll

Come dice il nome stesso la Dis Coll è il nuovissimo assegno di disoccupazione dedicato ai collaboratori che perdono il proprio impiego. La Dis Coll quindi, va ad aggiungersi assieme alla Naspi, alle nuove forme di previdenza sociale per chi perde il lavoro varate da governo Renzi. Con il Dlgs 22/2015, il decreto attuativo del Jobs Act.

Ma a chi è rivola la Dis Coll? Come si legge in questo articolo la Dis Coll è dedicata agli ex-collaboratori che hanno visto interrompersi all’improvviso e non per loro volontà il proprio rapporto di lavoro. Le forme contrattuali coperte da questo ammortizzatore sociale sono i contratti di tipo precario ossia co.co.co e co.co.pro.

I requisiti per ricevere questo assegno previdenziale sono diversi ma non moltissimi. In particolare bisogna aver versato almeno 3 mesi di contributi a partire dal 1° gennaio 2014 e avere almeno 1 mese di contribuzione. Invece, in caso di collaborazione, questa dovrà aver prodotto un reddito di almeno 647,50 € nel 2015.

Vediamo ora l’entità della Disc Coll. L’importo della Dis Coll sarà pari al 75% del reddito medio mensile del beneficiario, nel caso la cifra non superi i 1.195 euro. Nel caso di importi superiori, a questa somma andrà aggiunta una quota pari al 25% della differenza tra il reddito medio mensile e i 1.195 euro. Insomma niente male, tuttavia, l’assegno non potrà superare i 1300 € e verrà corrisposto per un massimo di sei mesi. Inoltre, ogni mese si perderà il 3% dell’importo totale.

Ultima informazione utile è sapere come richiedere l’assegno. La domanda va inoltrata per via telematica all’INPS entro 68 giorni dalla cessazione del rapporto di lavoro. Da notare che l’indennità spetta solo a decorrere dall’ottavo giorno dalla fine del lavoro o dal primo giorno successivo alla data di presentazione della domanda all’ente. I moduli per inoltrare la richiesta si recuperano sul sito dell’INPS.